Roma Città ApertaFestival internazionale di scacchi
Roma Città ApertaFestival internazionale di scacchi
Roma Città ApertaFestival internazionale di scacchi
Roma Città ApertaFestival internazionale di scacchi
Roma Città ApertaFestival internazionale di scacchi
Roma Città ApertaFestival internazionale di scacchi
Roma Città ApertaFestival internazionale di scacchi

5° Festival Roma città aperta

Articolo di “Uno scacchista”

Successo ogni oltre previsione per il rientrante Festival “Roma Città Aperta” organizzato dalla “Scuola Popolare di Scacchi”, festival che era assente dai tempi del primo Covid (2020), ovvero dopo le prime 4 edizioni (2016-2019). Si è giocato dal 4 al 10 dicembre presso le sale dell’Hotel Eurostars Roma Aeterna.

(Riccardo Moneta)

E’ un ottimo segnale, che arriva sia dalla Scuola Popolare di Scacchi, sia dai partecipanti, che sono stati ben 87 nel ‘Master’, 70 nel torneo ‘A’ e 102 nel torneo ‘B’. Quest’anno le iscrizioni sono state chiuse in largo anticipo per problemi di ricettività della pur ampia sede di gioco, e sono di conseguenza dovuti restar fuori moltissimi interessati, anche maestri internazionali. Come commentare ciò?

Roma resta sempre bella e attraente, nonostante tutti i suoi guai, ed è un peccato che non ci sia stato posto per tanti altri giocatori. E’ forse giunto il momento, per il Torneo della Scuola Popolare, di fare un bel salto di qualità, così come è accaduto per altri sport (esempio il tennis) per i quali la Capitale riscuote un particolare interesse da parte dei media di tutto il mondo. Vorremmo più giocatori ancora e magari non ci dispiacerebbe vedere anche un Super-Master all’italiana con la presenza di soli G.M. “over-2600”. Ma per arrivare a ciò serve di più, serve cioè che il grande e ammirevole impegno da parte di chi organizza sia affiancato da qualche altro elemento di peso, ovvero …

© 2024 Copyright Festival di scacchi Roma città aperta - Tutti i diritti riservati